...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

25 maggio 2015

Towel Day 2015

Per chi non lo sapesse, oggi chiunque sia di indole nerd  celebra il "Towel Day", cioè il giorno dell'asciugamano. In ricordo di Douglas Adams e la sua Guida Galattica per gli Autostoppisti, gli appassionati di fantascenza vanno in giro con un asciugamano al seguito, strumento fondamentale per ogni viaggiatore spaziale che si rispetti.
Pietra lunare con asciugamano (dal blog Il Disinformatico)
Se andate a cercare su twitter con l'hashtag #towelday e sue varianti o sui vari blog, troverete un sacco di fotografie di persone con il asciugamano. Per esempio, Paolo Attivissimo ha postato una foto della roccia lunare che ho visto ieri con asciugamano al seguito, tanto una pietra che viene dalla Luna si può certamente considerare un viaggiatore spaziale.
Anche Samantha Cristoforetti ha fatto una serie di foto dalla Stazione Spaziale Internazionale con asciugamano:
Del resto, chi è che oggi può dirsi effettivamente un viaggiatore spaziale più di lei?
Anche io nel mio piccolo ho fatto una foto, dimostrando che un asciugamano può in effetti diventare il miglior amico dell'uomo:

Quindi oggi, dovunque andrete non dimenticate di portarvi dietro il vostro asciugamano, e soprattutto ricordate: DON'T PANIC!

24 maggio 2015

Ti porto la luna... quì da noi!

Il logo del tour (dal blog Disinformatico)
Oggi ho fatto una cosa molto insolita: ho visto la Luna. Cosa c'è di strano, mi direte: basta uscire fuori e guardare in alto, si vede il nostro satellite senza problemi. Il fatto è che di luna ne ho visto un pezzettino, un piccolo frammento, ma dal vivo, a pochi centimetri di distanza!

14 maggio 2015

Brutti colpi... (3)

Continua la serie dei brutti colpi che i figli tirano ai genitori, come raccontavo anche qui e qui. Ma forse è un fatto naturale nell’avvicendarsi delle generazioni.
L'altra sera guardavo con i figli maschi "STAR WARS" (il film in versione originale) per farlo conoscere anche a loro.


Alla fine ho chiesto loro: “Vi è piaciuto?” Risposta: ”Insomma, non era un granché”.
Come buttar giù un genitore-nerd che con certi miti negli anni ’80 c’è cresciuto…

20 aprile 2015

Prova social HK Omni10

Tra i tanti siti che seguo uno dei più interessanti è sicuramente quello di DDay, che pubblica notizie e recensioni di elettronica di consumo (smartphone, televisori, impianti stereo, ....). Recentemente ha cominciato a proporre ai suoi lettori di partecipare alle prove degli apparecchi che testa, per poter avere dei giudizi non solo degli esperti ma anche dagli utilizzatori di tutti i giorni.
Alla prima prova "social" che ha effettuato sono stato chiamato a partecipare anche io. Ho testato una coppia di casse wireless, le Harman Kardon Omni10. Queste casse sono collegate alla sorgente del suono e tra di loro tramite la rete Wi-Fi di casa, quindi senza necessità di portare fili a giro per la casa. Nel test ho realizzato anche un video, che potete trovare quì sotto:


Come è andata la prova? Per il test completo potete leggere l'articolo su DDay.it, ma comunque devo dire che è stata positiva: le casse sono abbastanza belle, suonano molto bene e sono abbastanza pratiche nell'uso. Unica vera nota stonata l'app che da cellulare o tablet comanda queste casse, instabile ed un po' scomoda da usare.
Comunque mi sono piaciute, peccato solo per il prezzo un po' alto, altrimenti sarei stato tentato di comprarmele...

5 aprile 2015

Santa Pasqua 2015: Auguri!

Resurrezione di Carl Heinrich Bloch
Immagine da Wikipedia


 
Anche quest'anno voglio fare i miei migliori auguri di una 
Santa Pasqua 
a tutti i lettori del blog, e non solo a loro, ma idealmente a tutti.


Che il Signore risorga sempre nei nostri cuori e ci faccia risorgere con Lui.

17 marzo 2015

Com-X: Dylan Top

La copertina variant (©Panini)
Ho già scritto poco tempo fa, in occasione della parodia di Star Trek, delle parodie che realizza Topolino. Nel numero attualmente in edicola la testata si supera, pubblicandone ben due. La prima è una rivisitazione di un classico della letteratura avventurosa, L'Isola del Tesoro, già oggetto di parodia qualche decennio prima, mentre la seconda riprende uno dei più famosi e venduti fumetti italiani, Dylan Dog.
Ma qual'è il risultato di questa operazione? Vediamolo insieme.

10 marzo 2015

Otto anni fa, Suor Ilaria

Anche quest’anno è arrivato l'anniversario del giorno in cui, otto anni fa, moriva Suor Ilaria.
Di lei ho già parlato in occasione dall'anniversario della morte lo scorso anno, due, tre, quattro e cinque anni fa.
Per ricordare questo anniversario l'associazione "noI per L'AfRIcA e il mondo", la quale porta avanti l'opera che Suor Ilaria ha iniziato, quest'anno ha proposto, tra le altre iniziative, la seconda edizione del Premio Suor Ilaria Meoli. Questo premio, che è stato istituito per mantenere viva la memoria di Suor Ilaria, la sua opera i suoi motivi ispiratori, viene conferito ogni due anni ad una persona che si sia distinta per l'esemplarità della propria vita, dedicata al servizio dell'umanità negli ambiti della solidarietà, delle scienze, della difesa dei diritti umani. Due anni fa ne venne insignita la Prof.ssa Adriana Fiorentini, straordinaria testimone della vitalità di una scienza in costante dialogo con la fede. Quest’anno invece è stata premiata la dottoressa Manuela Roncella, direttore dell′U.O. di Senologia dell′Azienda Ospedaliera Pisana, per il suo altissimo contributo in ambito scientifico e per il suo grande impegno nella cooperazione internazionale a fianco delle donne in Burkina, in Albania, in Vietnam e nei campi profughi Saharawi.

Anche quest'anno, per ricordare Suor Ilaria, voglio proporne un suo pensiero, un altro di quelli che mi hanno particolarmente colpito:
"...se guardo a me, alla vigilia della partenza per la Repubblica Centrafricana, mi scopro del tutto inadeguata alla missione che mi viene affidata. Ma voglio, con tutte le mie forze, con tutto il cuore e con tutta la mente fidarmi del Signore Gesù che mi ha messo nel cuore grandi desideri: se lui vuole, si realizzeranno, altrimenti andrà bene così."

17 febbraio 2015

La perdita del carnevale

Oggi è Martedì Grasso, come è chiamato l'ultimo giorno di Carnevale. Un tempo era una festa sentita, con le scuole (specialmente l'università) che facevano festa e veglioni danzanti (rigorosamente solo fino a mezzanotte, ora in cui cominciava il Mercoledì delle Ceneri e quindi la Quaresima). Oggi invece, almeno qui da noi, è diventata una festa minore, quasi riservata ai bimbi, che ancora si mascherano, e con qualche corso di carri allegorici.
Foto di kheinz46
Perché oggi non lo festeggiamo quasi più? Il Carnevale, festa dalle origini pagane contrapposta al periodo penitenziale della Quaresima, era un tempo forse l'unico periodo di festa libera e spensierata che le persone avevano, dove mascherarsi serviva anche a poter esprimere le proprie idee e a criticare in satira il potere senza conseguenze. Oggi invece non abbiamo più questi problemi: di festa e di divertimenti siamo pieni un po' tutto l'anno, mascheramenti forse a parte (e se ci pensate una festa importata come Halloween sta diventando una specie di carnevale horror), possiamo liberamente esprimere idee e critiche (e qui spesso da parte di molti non guasterebbe un po' di forma più rispettosa degli altri) e la Quaresima per tanti ha perso il significato penitenziale e di preparazione alla SS. Pasqua che ha.
Forse sono un po' nostalgico, ma rimpiango il divertimento che provano i bimbi a mascherarsi ed a lanciare i coriandoli: sono loro troppo ingenui o siamo noi che andando avanti abbiamo lasciato indietro qualcosa d'importante?