...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

12 novembre 2013

Lucca, come sempre chi non ci va non ci pilucca: reportage da Lucca Comics & Games 2013 (seconda parte)

Dopo la prima parte dedicata ad una gallery delle migliori foto scattate in questa edizione di Lucca Comics & Games, ecco le mie impressioni riguardo ala fiera di quest’anno.
Anche stavolta sono andato, con moglie e figli al seguito, di venerdì, scelta obbligata per impegni ma non troppo felice, considerando che è stata probabilmente la giornata con maggior calca della manifestazione, che sta aumentando sempre più la sua popolarità. Infatti in questa edizione è stata raggiunta e superata la soglia dei 200.000 visitatori totali, merito sia della fama della manifestazione, ma anche dell'ampliamento dei temi trattati al cinema di genere. Sono stati infatti presentati anteprime e spezzoni di nuovi film (dal secondo Thor a Frozen della Disney) con un grande sforzo pubblicitario che sicuramente ha richiamato molti visitatori in più.
Qui devo inserire una considerazione del nuovo rapporto che si sta stabilendo tra la manifestazione ed il cinema:
Lucca Comcs era partita a suo tempo come fiera del fumetto, ma poi si è espansa ed è cresciuta anche allargandosi ad altri ambiti quale il gioco, il cosplayer e la parte per i bimbi. L'aprirsi al cinema, ma anche alla rete come nuovo media, è sicuramente una naturale evoluzione, come dimostrano anche le esperienze di altre fiere come la ComiCon americana. Del resto un certo tipo di cinema è molto vicino alla realtà fumettistica, sia per la spettacolarità di certi film che per le tematiche di altri. L'unica parte negativa di questo sviluppo è che sono aumentati ulteriormente gli appuntamenti e le cose da vedere, che sono già un'esagerazione... Ed infatti di questa parte non sono riuscito a vedere quasi niente.
La visita alla manifestazione la posso dividere in tre parti. La mattina anche quest'anno l'abbiamo passata allo stand dei Games, quest'anno diviso sostanzialmente i tre parti: quella dei giochi classici, quella relativa alla aziende che sviluppano giochi e la parte dedicata ai videogiochi, quest'anno preponderante come dimensione rispetto alle altre. Grossa file allo stand Sony, con l'anteprima della Playstation4, veramente bella. Ovviamente i figli hanno passato la maggior parte del tempo allo stand della Nintendo, dove hanno provato i nuovi giochi. Tra l'altro hanno anche trionfato al torneo di Mario Kart 7, contro altri concorrenti tutti adulti (alla faccia di chi dice che i videogiochi sono una cosa da bambini), portandosi a casa tra l'altro il nuovo Zelda (una goduria...). 
 
And the winner is...













Una la cosa meravigliosa erano tutti gli stand pieno di gadget, miniature, figure più o meno grandi, modellini e via così... Roba da perderci le ore (e svuotare il portafoglio)!

Chissa come fa il caffè la BatCaffettiera...













Stupendi anche gli stand dedicati al modding, cioè alla trasformazioni più strane dei cabine dei computer, di cui vedete qui un assaggio:















All'ora di pranzo e nel primo pomeriggio siamo andati nella parte fumetti, dove sono riuscito a passare per gli stand di alcuni editori dei miei fumetti preferiti, incontrando così alcuni autori. Immancabile la vista allo stand Shockdom, che pubblica alcune delle strisce che preferisco. Quì ho avuto la fortuna di incontrare tra gli altri Bigio, l'autore di Drizzit, striscia che ho scoperto da poco ma che sta andando alla grande, e quello che considero uno dei maestri delle strisce internet, eriadan, sempre gentilissimo e disponibilissimo con i visitatori, nonostante il caos e l'affollamento che richiama, che ha fatto una dedica per me e per la moglie sul nuovo volume (l'undicesimo, un record per questo genere di fumetti!) del suo fumetto, che trovate quì sotto:


eriadan all'opera




Io ed eriadan










Purtroppo è a matita leggera, e la scansione non viene troppo bene. Ancora un grazie a lui ed a tutti gli altri perché, dopo i giorni di fiera e di disegni allo stand, l'ho visto davvero stanco, ma è stato come sempre veramente cortese con tutti.
Immancabile la sosta allo stand Disney, dove i bimbi hanno preso gli immancabili omaggi ed a quello della Panini, che da quest'anno sono una sola cosa. Molto carino l'esposizione di un maxi-fumetto sulle pareti dello stand, che vedete qui sotto.


































Ma gli stand visti sono veramente tanti, impossibili da citare tutti. Devo però fare un cenno alla parte Junior dedicata ai più piccoli, quest'anno molto curata. Altra novità la parte dedicata alle scienze, con conferenze e dibattiti. Qui ho sentito Cedric Villani, un matematico francese vincitore di uno dei premi più importanti. Ecco la sua dedica sulla pubblicazione (a fumetti) fatta per dal Consiglio Nazionale per le Ricerche per la manifestazione, disegnata da Leo Ortolani (si, quello di RatMan), che ha ritirato fuori una delle sue spassose parodie delle trasmissioni pseudo-scientifiche alla Voyager:

Il matematico Cedric Villani, ovvero "la Ledy Gaga della matematica"





























Prima di andare via una passata sui bastioni delle mura, dove è stato riservato spazio per i raduni di Cosplayer e di appassionati di GDRV (giochi di ruolo dal vivo), con padiglioni che vendevano materiale per travestirsi ed attrezzarsi e tanto spazio per coloro che volevano fare qualcosa di più complesso di una semplice mascheratura. C'erano degli accampamenti ispirati a videogiochi come Resident Evil e Assassin Creed's od a telefilm come Il Trono di Spade, realizzati con grande cura. Quest'anno lo spazio era ancora più grande di quello degli scorsi anni, con un mega-palco per i concerti e per i concorsi. La maggior parte delle foto che ho messo la scorsa volta le ho scattate qui.
E poi il tempo è finito, i bimbi stanchi ed il resto della mostra, tra cui tutta la parte dedicata ai fumetti ed ai gadget giapponesi, ed a quella del cinema. Siamo tornati a casa, stanchi ma carichi di acquisti. Appuntamento al prossimo anno, sperando di avere più tempo e di vedere più cose.

Se desiderate vedere altre foto che ho scattato, potete andare sul mio album su Google+, mentre se volete potete leggere il resoconto della visita dello scorso anno e di quella di due e di tre anni fa.