...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

3 aprile 2013

Il pane pasquale

Da un po’ di tempo mi sono appassionato alla panificazione: un mio collega mi ha regalato una porzione di lievito madre, cioè una pasta lievitata che permette la lievitazione naturale degli impasti. Grazie a questo lievito, che va mantenuto rinnovandolo regolarmente (un bel mattone quando non ne hai voglia), faccio quasi tutti i fine settimana, l’unico momento in cui ho tempo, la pizza o una torta salata od un dolcetto. Ogni tanto però preparo anche il pane, che grazie a questo metodo di levitazione più naturale rispetto ai lieviti chimici
Come ogni anno, per le feste pasquali sono stato invitato da parenti a pranzi, cene e pasti vari. Per festeggiare la S. Pasqua mi è venuto in mente di preparare quindi un po’ di pane da dividere con chi mi è più caro. Quindi ho passato parte del Sabato Santo ad impastare, far lievitare ed infornare varie pagnotte, che poi ho portato in dono ed usato nei vari convivi. Ecco qui sotto una foto di quanto preparato:


Condividere qualcosa con chi vuoi bene è sempre una cosa che da soddisfazione, e il pane è simbolo di quella che è una delle necessità fondamentali di ogni essere umano: il nutrirsi. Comunque è venuto bene, ben cotto e saporito, ed è stato apprezzato.


P.s.: per chi volesse saperne di più sul lievito madre, consiglio il sito Pasta Madre, dove si trovano ottime spiegazioni ed anche, per chi si volesse cimentare nell’arte della panificazione, anche lo “spacciatore” di lievito madre più vicino a voi, che può darvene un poco. Se provate, fatemi sapere come è andata.