...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

27 ottobre 2013

Pubblicità in cassetta: ancora...

Come faccio già da qualche anno, anche in quest'anno ho portato avanti la mia attività per riuscire a capire quanta pubblicità ci arriva nella cassetta della posta, tra volantini di negozi locali e dépliant di supermercati e grandi magazzini. Infatti le cassette postali sembrano sempre più piene di questi fogli, mentre le lettere vere e proprie, a parte qualche bolletta, latitano…
Ho continuato a raccogliere tutti i volantini che mi sono arrivati, pesando per ogni mese tutta la carta accumulata (successivamente smaltito correttamente nel cassonetto della carta per essere riciclata, come dovrebbero fare tutti). Ecco i dati di peso di quanto accumulato in questo anno:

Mese           Peso (in Kg.)

settembre 2012 1,160
ottobre   2012 1,460
novembre  2012 2,610
dicembre  2012 1,530
gennaio   2013 2,110
febbraio  2013 1,860
marzo     2013 1,440
aprile    2013 1,540
maggio    2013 2,080
giugno    2013 1,130
luglio    2013 1,440
agosto    2013 2,340
____________________ 
Totale        20,070

Media mensile 1,725

(nota: i dati di peso si riferiscono a quanto arrivato dal 16 del mese al 15 del mese successivo)

In questo anno mi sono arrivati più di 20 Kg di carta, in aumento rispetto ai quasi 20 Kg dell’anno scorso e di due anni fa ed agli oltre 16 Kg di quello prima. E questi dati di peso sono da considerare in difetto, poiché non sempre sono riuscito a raccogliere tutti i volantini che mi sono arrivati, sia perché qualcuno era inzuppato di pioggia sia perché gettato via o cascato fuori dalla cassetta della posta.
Considerando che la città in cui abito ha circa 20.000 abitanti, anche  in quest'anno per realizzare i volantini recapitati a tutte le famiglie si sono sprecati circa 125 tonnellate di carta! A questo bisogna aggiungere la stampa, gli inchiostri, il recapito porta a porta fatto in pratica quotidianamente (a volte a piedi, ma più spesso tramite auto o scooter), ecc... con tutti i relativi costi e soprattutto con l'impatto ambientale generato. Tutto questo per degli opuscoli di pubblicità che nella maggioranza dei casi la gente butta via (speriamo al riciclo) quasi senza leggere. A questo proposito vorrei ricordare a chi mi legge di fare sempre la raccolta differenziata: per lo meno inquineremo meno e riusciremo a risparmiare le risorse del nostro pianeta. Sempre che i politici che gestiscono gli enti della raccolta dei rifiuti si adoperino realmente per farne una corretta gestione, invece che pensare soprattutto alle loro poltrone ed ai benefici che possono ricavarci..