...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

9 gennaio 2010

Oroscopo e previsioni, non se ne può più (e mai che ci indovinino)

Come non essere d'accordo con Marcello Veneziani, quando scrive che "i furbetti dell'oroscopo hanno rotto!" Non se ne può più di previsioni di maghi, astrologi, veggenti e compagnia cantando, che all'inizio di ogni anno ci inondano di previsioni e vaticini. Come afferma Veneziani "Infine aggiungo che non ce l’ho contro i maghi. Se Marzullo parla di libri e Di Pietro di politica, anche loro possono parlare di astri in tv.", ma non ha senso, a mio giudizio, che in TV o sui giornali, che dovrebbero (il condizionale è d'obbligo) essere organi di informazione, vengano spacciate previsioni astrologiche e similari come cose reali.
Peccato che poi nessuno di quelli che li fanno, a fine anno vada poi in tv a rendere conto se quello che ha previsto si è verificato oppure no (e se ne vedrebbero delle belle). Lo fa invece il CICAP, il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale, che tutti gli anni controlla se le affermazioni di astrologi e veggenti fatte l'anno prima si sono verificate. Risultato? Un disastro.
E voi, agli oroscopi credete oppure no? E le affermazioni che fanno (non quelle generiche) si son verificate? Scrivetemelo, sono curioso di sapere l'opinione di chi mi legge.