...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

14 febbraio 2010

Corsi (e ricorsi) di formazione - 3

Anche se con un leggero ritardo vi ragguaglio sull'ultimo giorno del corso di "Public speacking", dei cui primi giorni avevo già parlato. Al mattino continua la visione dei filmati delle mini-conferenze di tre minuti del giorno prima, tra cui la mia. Devo ammettere di non essermela cavata troppo bene, avendo improvvisato all'ultimo una presentazione con l'uso della lavagna. Comunque ho notato che il livello delle persone era molto variabile, in dipendenza alla loro familiarità a parlare in pubblico. Di seguito teoria, con la spiegazione dlell'organizzazione delle idee da presentare, e l'uso delle mappe mentali. Devo dire che mi ero già trovato di fronte a questa metodologia di rappresentazione concettuale, e ci avevo capito poco. Invece la nostra tutor è stata molto chiara, facendoci degli esempi chiarificatrici.
Nel pomeriggio esercitazione con mappe mentali,  poi tecniche di memorizzazioni e conseguente esercizio. A chiusura del corso le solite schede di valutazione del corso stesso e breve discorso (inutile) di un nostro dirigente.
Quale giudizio dare a tutto ciò: al di la del fatto che ho imparato delle cose interessanti (ma qualcuno potrebbe dire che mi interessa tutto), ritengo che mi sia stato utile come strumento per capire quali sono le mie incorrettezze nel parlare con gli altri, e quindi mi abbia dato uno spunto per migliorarmi. Ottimo l'affiatamento che si è prodotto da subito tra i compagni di corso, che ha contribuito a farci stare bene, e un brava alla nostra trainer, che ci ha messo a nostro agio e che riusciva sempre a rispondere a quello che volevamo, sapendo riportarci sempre nel solco centrale del programma. Spero solo che la cosa non sia finita qui, ma che sia ripresa tra un po di tempo per un approfondimento.