...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

6 novembre 2011

Lucca, anche quest'anno chi non ci va non ci pilucca: reportage da Lucca Comics 2011

Lunedì scorso sono tornato a vedere l'annuale edizione di Lucca Comics and Games, la fiera del fumetto e dei giochi che si tiene appunto a Lucca nel fine settimana del 1 Novembre, ovviamente con moglie e i due figli più piccoli al seguito (la grande aveva scuola, purtroppo per lei niente ponte). Ho scelto il lunedì perché, essendo lavorativo, speravo di trovare meno folla degli scorsi anni. Ed in effetti, rispetto a quello che mi hanno detto del fine settimana (dove sono arrivate oltre 100.000 persone), l'affollamento era sopportabile.
Arrivati in centro e lasciata l'auto nei parcheggi di scambio (con navetta, molto comodi e non affollati), siamo andati a giro per la città a scoprire cosa era stato preparato. Una delle caratteristiche della manifestazione è da qualche anno quella di essere sparsa per tutto il centro storico della città, mettendo tutti i vari padiglioni con gli stand espositivi e le mostre disponibili nei vari angoli del centro storico, e ciò permette di vedere tutto girando tranquillamente in mezzo alla folla di cosplayer e di appassionati di giochi di ruolo dal vivo (Grv), facendo degli incontri non usuali. Anche se c'era folla, la soluzione è comoda perchè riesce a distribuire le persone in un'area abbastanza vasta: la stessa cosa purtroppo non si può dire dell'interno dei padiglioni, dove gli stand sono ravvicinati ed i corridoi un po' troppo stretti...
Come tutti gli anni visivamente lo spettacolo principale era dato dai cosplayer e dagli appassionati di giochi di ruolo dal vivo, pittoreschi nei loro costumi e nei travestimenti di personaggi di fumetti o cartoni animati, ma non solo... Ecco alcuni scatti che ho realizzato:

Gli stand dell'area giochi: notate che alle 10 di mattina non c'era tanta folla

Due Cosplayer appassionate di MiniPony (si, esistono veramente!)...

Quattro spiriti maligni (?) scatenati in una danza... per gara!





Uno stand dove ho perso la testa: dadi di tutti i tipi e fogge...




Chi erano? Non l'ho ben capito, ma erano dei costumi favolosi...


Una principessa? O solo una cortigiana di passaggio? Direttamente dalle "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco" ecco a voi Cersei Lannister 

Il vero "Hot Dog"!!!

Qui, più che Sandokan, dovrebbe passare il vetraio... (la lama continuava all'interno)

La mattina l'abbiamo passata nalla parte Games, che era molto più affollata del passato di videogiochi, i quali hanno rubato spazio ai giochi più tipici della manifestazione, sia a quelli in scatola che a quelli di carte. Immancabile la visita allo stand Nintendo, dove i bimbi hanno raccatto gadget alla gara di Super Mario Bros. Bello lo stand delle Magic (una mia vecchia passione), con demo e distribuzione di mazzi prova. Anche altri stand distribuivano mazzi prova, es dei Pokemon. Ma la cosa meravigliosa erano tutti gli stand pieno di gadget, miniature, figure più o meno grandi, modellini e via così... Roba da perderci le ore (e svuotare il portafoglio)!

Al pomeriggio siamo andati nella parte fumetti, dove sono riuscito a passare per gli stand di alcuni editori dei miei fumetti preferiti, incontrando così alcuni autori. Immancabile la vista allo stand Shockdom, che pubblica alcune delle strisce che preferisco. Quì ho avuto la fortuna di incontrare tra gli altri eriadan, gentilissimo e disponibilissimo con i visitatori, nonostante il caos, che ha fatto una dedica per mia figlia sul nuovo volume (il nono) del suo fumetto, che trovate quì sotto:

La dedica di eriadan
Purtroppo è a matita leggera, e la scansione non viene troppo bene. Ancora un grazie a lui perché, dopo i giorni di fiera e di disegni allo stand, l'ho visto davvero stanco, ma è stato veramente cortese con tutti. Altra dedica che ho ricevuto sull'albo "Guida di sopravvivenza alle fiere del fumetto", manuale comico (ma fino ad un certo punto) su quello che succede a queste manifestazioni. Realizzato a 6 (sei) mani da Albo, MontonePecorAgnello e Plunk, ti fa divertire ma in fondo, per chi come me sono decenni che va a Lucca Comics, ti ci ritrovi dentro...

Una dedica 3x1...

Immancabile la sosta allo stand Disney, dovi i bimbi hanno preso gli immancabili omaggi (quest'anno particolarmente grandi, due albi, di cui uno cartonato a libro, ed un gadget a testa) ed a tanti altri, impossibili da citare tutti. Segnalo solo quello della Star Comics, che presentava delle nuove serie italiane, e quello della Panini, dedicato sopratutto ai SuperEroi Marvel ed ad uno dei miei fumetti preferiti, RatMan. Proprio alla Panini c'era l'incontro con un grande autore giapponese, Jiro Taniguchi, da cui però non sono riuscito ad avere nemmeno un autografo, causa folla.
E poi il tempo è finito, i bimbi stanchi ed il resto della mostra, tra cui tutta la parte dedicata ai fumetti ed ai gadget giapponesi, abbiamo dovuto mollarla. Siamo tornati a casa, stanchi ma carichi di acquisti. Appuntamento al prossimo anno, sperando di avere più tempo e di vedere più cose.