...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

18 marzo 2010

Problemi di denominazione

Una sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito che è reato dare del "gay" ad una persona poiché esprime un intento denigratorio. A questo punto mi sorge un dubbio: se non si possono chiamare gay, meno che mai con altre denominazioni (che sono più offensive), e che il termine omosessuale non è gradito, come li chiamiamo? Idea: e se invece non li chiamassimo affatto? ;-)