...fermarsi ogni tanto sulle rive di questo mare che è la vita a narrare quello che vedo tra le onde...

1 novembre 2010

Lucca, chi non ci va non ci pilucca: reportage da Lucca Comics 2010

Sabato scorso ho preso armi e bagagli e sono andato, con tutta la famiglia, a vedere l'annuale edizione di Lucca Comics and Games, la fiera del fumetto e dei giochi che si tiene appunto a Lucca nel fine settimana del 1 Novembre. Volevamo andare Domenica, ma le previsioni (azzeccate, purtroppo) di piogge torrenziali nei giorni di festa ci hanno fatto spostare la gita al sabato, cosi ci siamo goduti solo il pomeriggio.
Arrivati in città, al di la del solito caos-parcheggi, anche se quest'anno erano un po' più organizzati, si entra subito nello spirito della manifestazione. Del resto, quando mai vi può capitare di parcheggiar accanto a dei Fantagenitori, seguiti da Igor e Frau Blücher (hihihihihihiiii....), poi di prendere la navetta tra un gruppo di marines futuristici ed una coppia di vampiri, sbarcando poi in una folla di personaggi di fumetti e di cartoni animati? In effetti, una delle caratteristiche della manifestazione è da qualche anno quella di essere sparsa per tutto il centro storico della città, e ciò permette di girare tranquillamente in mezzo alla folla di cosplayer e di appassionati di giochi di ruolo dal vivo (Grv), facendo degli incontri non usuali. Ecco alcuni scatti che ho realizzato:

Tra la folla dei cosplayer che anche il modo di prendere un te  con Alice ed il Cappellaio Matto.




Qualche supercriminale? Niente da temere.

Nel venticinquennale di Mario non potevano certo mancare  gli idraulici più famosi del mondo!


Assassin creed e Hulk insieme? A Lucca si può!

Dato il successo di Avatar, mi aspettavo un'invasione di Na'vi, invece c'erano solo queste due simpatiche ragazze.
 
Quanto alla mostra in se e per se, mi è sembrata all'altezza di quelle dello scorso anno. La parte dedicata ai giochi era molto più affollata del passato di videogiochi, che hanno rubato spazio ai giochi più tipici della manifestazione, sia a quelli in scatola che a quelli di carte. Enorme lo stand Nintendo, dove i bimbi si sono fiondati per la gara di Mario Kart, vincendola.
Per la parte fumetti sono riuscito a passare per gli stand di alcuni editori dei miei fumetti preferiti, incontrando così alcuni autori. Alla Tagete il bravo Emanuele Turini, l'autore di Deficents & Dragons di cui ho parlato poco tempo fa. Allo stand Shockdom, che pubblica alcune delle strisce che mi piacciono, come eriadan, ho avuto la fortuna di conoscere Flavio Nani, l'autore de "L'Orso Ciccione", che mi ha fatto una dedica sul suo fumetto, che posterò appena riesco a scansionarla trovate quì sotto:


Ecco la dedica personalizzata, nata da un fraintendimento sui nomi...
 Flavio è simpaticissimo, e assomiglia anche fisicamente a suo personaggio. Non ho il coraggio di pensare come sarà dal vivo la sua gatta...
Molto bello anche la parte dedicata ai fumetti ed ai gadget giapponesi (anche se non sono riuscito a fare acquisti), ospitata in un palazzo al cui centro c'era lo stand dell'associazione di Cultura Giapponese che faceva dimostrazioni di sport, usanze e abitudini tipiche. E poi, e poi, ... le cose da vedere erano moltissime, ma il tempo stringeva ed i figli erano stanchi. Appuntamento al prossimo anno, sperando in un tempo più clemente. Dubbio amletico: ma se facessi anch'io il cosplayer travestendomi da qualche personaggio dei fumetti, sarei un ganzo o sembrerei solo un bischero?